QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

Regolamento Scuola Primaria


 
SCUOLA PRIMARIA PARITARIA "S.UMILTÀ"
anno scolastico  2018-2019
REGOLAMENTO

I - Vigilanza sugli alunni

Art. 1 - Gli alunni, affidati dalla famiglia alla scuola, hanno diritto alla vigilanza perché siano garantite la loro sicurezza ed incolumità. Gli alunni accedono alla scuola per le lezioni giornaliere e sono vigilati dal personale non docente e docente. Il docente è presente in aula alle ore 8.00 e l'ingresso degli alunni nelle aule si effettua solo quando è presente il docente. Durante l'intervallo è prevista la presenza di un docente di assistenza. Al mattino i genitori possono lasciare i bambini in portineria a partire dalle ore 7.35. I genitori devono avvisare in portineria se i bambini arrivano tardi. I genitori che avessero necessità urgenti di parlare con l'insegnante possono attendere l'uscita degli alunni per prendere accordi in merito. Gli alunni possono uscire dall'edificio scolastico solo quando i genitori o una persona da essi delegata vengono a prenderli al termine delle lezioni. Al termine delle lezioni l'alunno può lasciare l'edificio solo con un familiare autorizzato o con una persona espressamente delegata dalla famiglia.

 Art. 2 - I docenti, nei diversi momenti della giornata scolastica, sia dentro l'edificio scolastico, sia fuori (lezioni, uscite e  viaggi d'istruzione, visite di studio, ricreazione, trasferimenti in palestra, trasferimenti all'interno e all'esterno del plesso) hanno il dovere di un'assidua vigilanza, essendo responsabili della assistenza sugli alunni dal momento in cui vengono loro affidati.

 Art. 3 - La vigilanza sugli alunni è affidata al personale collaboratore scolastico al momento  dell'uscita da scuola dalle ore 13.05 (previa segnalazione dei genitori) e in brevi, temporanee assenze del docente dalla classe.

 Art. 4 - Gli alunni debbono facilitare l'azione di vigilanza degli insegnanti, attenendosi alle regole di comportamento che vengono fissate.

 Art. 5 - La vigilanza su ciascun alunno cessa in ogni caso quando il bambino viene affidato ai propri genitori. In caso di ritardo dei genitori i bambini vengono affidati ai responsabili della portineria. Per quanto riguarda le attività integrative ed extra-scolastiche pomeridiane la vigilanza è affidata ai responsabili dei singoli progetti, individuati dal collegio docenti e dalla Direzione.

 

II - Comportamento degli alunni

Art. 1 - Gli alunni devono considerare l'ambiente scolastico come spazio per tutti e di tutti e quindi utilizzarlo con il massimo rispetto, durante le lezioni e in qualsiasi momento essi siano presenti a scuola. La stessa considerazione vale per il rapporto con tutto il personale scolastico.

Gli alunni possono recarsi ai servizi, oltre che durante la ricreazione, anche durante le ore di lezione, dopo aver ottenuto il permesso dell'insegnante.

 Art. 2 - In classe ogni alunno occupa il posto che gli viene assegnato dagli insegnanti e può cambiarlo previo permesso dei medesimi.

 Art. 3 - Il cortile esterno, gli atri, i corridoi della scuola devono rimanere puliti. I bambini devono depositare negli appositi cestini carta e rifiuti.

 Art. 4 - Gli alunni che frequentano la mensa debbono  mantenerla  pulita e ordinata.

 Art. 5 - Eventuali comportamenti scorretti sono segnalati dai docenti alla famiglia anche avvalendosi del libretto delle comunicazioni. Dopo tre annotazioni la mancanza viene portata a conoscenza del Coordinatore Didattico per gli opportuni provvedimenti.

 Art. 6 - Sulla base del POF e del PEI il Collegio Docenti e ogni singolo  docente devono prevedere adeguate strategie per la gestione del “clima di classe”, presupposto per lo star bene a scuola.

Art. 7 - Non  è possibile accedere alle classi  nel  pomeriggio per recuperare il materiale dimenticato.

 Art. 8 - Le dimenticanze del materiale vengono annotate sul registro del docente: le annotazioni, 5 da parte del tutor e 3 da parte degli specialisti, vengono convertite in nota sul libretto. Dopo 3 note sul libretto viene messa una nota sul registro che verrà segnalata anche alla famiglia.  Le note sono tenute in considerazione in sede di valutazione.

 Art. 9 - I comportamenti non adeguati già richiamati verbalmente dall'insegnante, vengono registrati sul libretto; dopo 3 annotazioni sul libretto si passa all'annotazione sul registro (elettronico) di classe firmata dal Coordinatore Didattico, oltre che alla comunicazione alla famiglia. Queste note vengono tenute in considerazione in sede di valutazione.

Art. 10 - Comportamenti particolarmente gravi sono immediatamente segnalati al Coordinatore Didattico che convoca la famiglia anche per comunicare eventuali sanzioni disciplinari.

 

III - Orari, ritardi e giustificazioni

Art. 1 - La scuola ritiene fondamentale che i bambini rispettino gli orari e siano puntuali all'ingresso, entrando a scuola entro le 8.05 e comunque non oltre le 8.10; è importante inoltre che le famiglie si impegnino a prelevarli da scuola nell'orario indicato.

Orario delle lezioni:

Classi su 6 giorni

dal lunedì al venerdì           ore 8.10 - 12.45

Il sabato                               ore 8.10 - 12.15

 

Classi su 5 giorni

da lunedì al venerdì             ore   8.10 - 12.45

martedì e giovedì                 ore 14.00 - 16.00

 

Art. 2 - I genitori faranno richiesta di giustificazione per gli eventuali ritardi  sull'apposito libretto, oppure compilando il modulo presso la portineria all'entrata della scuola.

Art. 3 - I docenti segnalano al Coordinatore Didattico i ripetuti ritardi da parte degli alunni.

Art. 4 - La famiglia dovrà richiedere giustificazione per le assenze sempre in forma scritta utilizzando il libretto.

Art. 5 - La famiglia è invitata a segnalare al Coordinatore Didattico le ripetute assenze.

Art. 6 - Se per ragioni di necessità familiari l'alunno dovrà assentarsi per più giorni, i genitori dovranno informare anticipatamente per iscritto l'insegnante, assumendosi l'impegno del recupero del programma svolto.

Art. 7 - II numero di assenze può costituire elemento di analisi per i docenti, in fase di stesura del profilo globale dell'alunno e della sua valutazione. In caso di assenze prolungate, per motivi diversi dalla malattia, spetta alla famiglia il recupero del programma svolto, sotto generiche indicazioni dell'insegnante.

Art. 8 - I genitori che, durante l'orario scolastico, vengono a prendere i figli che non si sentono bene devono compilare comunque la richiesta di giustificazione.

Art. 9 - Per particolari necessità, di salute o di famiglia, i genitori possono presentare al Coordinatore Didattico motivata richiesta di ingresso posticipato o uscita anticipata, impegnandosi ad accompagnare o ritirare personalmente il figlio all'ingresso della scuola.

 

IV - Uso spazi e laboratori

Art. 1 - I docenti possono utilizzare gli spazi della scuola interni ed esterni, garantendo la cura e la custodia del materiale didattico e degli arredi.

Art. 2 - Nei laboratori gli alunni devono entrare solo con gli insegnanti.

Art. 3 - E' possibile accedere all'Aula di Lettura solo con i propri docenti, sia per le operazioni di prestito, sia per la permanenza in loco.

Art. 4 - I libri di narrativa della Scuola, presi in prestito, vengono opportunamente registrati e devono essere restituiti entro la fine di maggio di ogni anno scolastico.

Art. 5 - I testi di consultazione (enciclopedie, saggi, atlanti, ecc.) vanno riconsegnati al responsabile.

 

V - Conservazione strutture e sussidi

Art. 1 - Tutti gli spazi e tutto il materiale scolastico sono patrimonio comune e quindi vanno custoditi e rispettati da utenti e operatori.

Art. 2 - In caso di guasti o di danni arrecati volutamente alle attrezzature, l'utente ne  risponde per le riparazioni necessarie.

Art. 3 - Il Collegio Docenti ogni anno nomina gli insegnanti incaricati per la custodia dei sussidi didattici e della gestione di tutti i laboratori.

 

VI - Procedure di comunicazione con l'utenza

Art. 1 - Studenti e genitori vengono informati delle iniziative della scuola con comunicazioni sul registro elettronico e sul libretto scolastico.

Art. 2 - I colloqui con gli insegnanti sono fissati ogni anno, a cadenza generalmente bimestrale. Se un genitore ha necessità di incontrare il docente al di fuori del previsto colloquio può richiedere un appuntamento.

Art. 3 - Anche il Coordinatore Didattico riceve previo appuntamento.

Art. 4 - Le assemblee di classe sono convocate dagli insegnanti e/o dal rappresentante dei genitori con un preavviso di cinque giorni e con avviso scritto, distribuito dagli insegnanti .

Art. 5 - Ogni assemblea viene presieduta da un docente.

Art. 6 - Possono essere previste convocazioni straordinarie di riunioni o assemblee rispetto al calendario ordinario, per sopraggiunti problemi e/o adempimenti.

Art. 7 - Non sono soggetti a pubblicazione, né possono essere fotocopiati, atti e deliberazioni concernenti singole persone, salvo specifica richiesta scritta degli interessati.

Art. 8 - Per facilitare la comunicazione con l'utenza, alcuni avvisi verranno anche affissi nella  bacheca all'ingresso dell'Istituto.

 

VII - Organi Collegiali

Art. 1 - Consiglio d‘Istituto della Fondazione Marri - S.Umiltà

Il Consiglio di Istituto è composto da membri di diritto e membri elettivi.

Membri di diritto: il Direttore Generale, il Coordinatore della Commissione PEI, i Coordinatori didattico e pedagogico

Membri elettivi: 1 educatore Nido per ogni sede,1 docente di Scuola dell'infanzia per ogni sede, 2 docenti della Scuola primaria, 2 docenti della Scuola secondaria di I grado, 2 docenti della Scuola secondaria di II grado, 1 genitore del Nido, 1 genitore della Scuola dell'infanzia, 2 genitori della Scuola primaria, 2 genitori della Scuola secondaria di I grado, 1 genitore del Liceo delle Scienze Umane, 1 studente del Liceo delle Scienze Umane, 1 genitore del Liceo Linguistico, 1 studente del Liceo Linguistico, 1 non docente.

 Il Consiglio di Istituto, fatte salve le competenze specifiche dell'Ente Gestore (Fondazione Marri - S. Umiltà), del Collegio dei Docenti e dei Consigli di Classe, ha potere deliberante per quanto concerne alcuni aspetti dell'organizzazione e della programmazione della vita e dell'attività della Scuola. In particolare:

•   elegge nella prima seduta tra i rappresentanti dei genitori il Presidente e il Vice-Presidente a maggioranza assoluta nella prima e seconda votazione e a maggioranza relativa nella terza;

•   elegge nella prima seduta tra i propri membri una Giunta Esecutiva composta dal Presidente, dal Direttore Generale, dai coordinatori didattici e da altri 4 consiglieri (2 docenti e 2 genitori);

•   definisce gli indirizzi generali per le attività dei vari ordini scolastici sulla base delle finalità del Progetto Educativo;

•   adotta il Piano dell'Offerta Formativa elaborato dal Collegio dei Docenti;

•   provvede all'adozione del Regolamento di Istituto;

•   prende visione del bilancio preventivo e del conto consuntivo dell'istituzione scolastica;

•   dispone l'adattamento del calendario scolastico regionale alle specifiche esigenze dell'Istituto;

•   promuove la partecipazione dell'Istituto ad attività culturali, spirituali, sportive e ricreative di particolare interesse educativo;

•   esprime parere sull'andamento generale, didattico e amministrativo dell'Istituto.

Art. 2 - Collegio Docenti

Il Collegio Docenti è composto dal Coordinatore Didattico (che lo presiede) e dal personale insegnante in servizio nella scuola; le funzioni di segretario sono attribuite dal Preside ad uno dei docenti a rotazione. Il Collegio Docenti delinea, entro la prima decade di ciascun anno scolastico, il proprio piano di lavoro. Il Collegio Docenti ottempera a tutte le funzioni contenute nella normativa riguardante gli organi collegiali.

Art. 3 - Rappresentanti di Classe

Nelle prime assemblee di classe (mese di ottobre), per ogni classe viene eletto un rappresentante come riferimento per il gruppo insegnanti, per eventuali attività e/o problematiche e/o proposte che riguardino la classe e la scuola nel suo insieme.

Art. 4 - Assemblee di Classe dei Genitori

Le assemblee di classe dei genitori sono convocate dal Coordinatore Didattico all'inizio di ogni anno scolastico. Altre assemblee possono essere convocate dal Coordinatore Didattico o dai rappresentanti dei genitori, in orario pomeridiano, con un preavviso di almeno cinque giorni e con avviso scritto, salvo eccezioni.

Art. 5 - Tutta la documentazione, oggetto del lavoro degli OO.CC., deve essere esibita a chiunque ne faccia richiesta e della stessa possono essere rilasciate fotocopie a pagamento (€ 0,50 x foglio A4) previa richiesta scritta (ai sensi L. 241/1990).

 

VIII - Comunicazioni Varie

1. RECUPERO COMPITI O ARGOMENTI PER GLI ALUNNI ASSENTI: in caso di assenza, sia per malattia che per vacanza, i compiti non sono obbligatori e vengono consegnati solo su richiesta della famiglia; gli insegnanti si riservano di indicare la parte da svolgere (potrebbe non essere necessario fare tutto) e anche la modalità di consegna delle indicazioni stesse sarà a discrezione dell'insegnante. Il recupero degli argomenti svolti durante il periodo di assenza potrà essere effettuato o in classe dall'insegnante (specialmente se si tratta di argomenti di italiano o di matematica) o autonomamente a casa attraverso materiale fornito dall'insegnante.

 

2. OCCORRENTE PER EDUCAZIONE FISICA: sono richiesti un paio di scarpe da utilizzare esclusivamente per questa attività e abbigliamento adeguato con relativo cambio; le scarpe vengono indossate nello spogliatoio prima della lezione e riposte in una apposita sacca completa di nome al termine delle lezioni. Chi le dimenticasse non potrà fare lezione e rimarrà seduto. Eventuali richieste di esoneri temporanei (anche una lezione) vanno segnalate sul libretto dal genitore.

 

3. COMPLEANNI IN CLASSE: gli alunni che festeggiano il compleanno in classe non possono portare dolci, panini, pizzette, ecc. che siano state preparate in famiglia, in quanto la Scuola è rigorosamente tenuta a far rispettare precise regole imposte dalla ASL. Gli alimenti offerti devono provenire da negozi controllati. Non possono, inoltre, essere distribuiti dolci contenenti creme e panne. È necessario che le famiglie si informino preventivamente della presenza (numerica e non nominativa) di eventuali diete alimentari all'interno della classe, per potere provvedere agli alimenti adeguati.

 

4. INVITI ALLE FESTE EXTRA-SCOLASTICHE: gli inviti alle feste private possono essere distribuiti all'interno della classe dopo aver ottenuto il permesso dall'insegnante e solo se rivolti a tutti gli alunni.

 

5. MATERIALE EXTRASCOLASTICO NON RICHIESTO: non ne è consentito l'uso durante le lezioni ma solamente negli spazi di ricreazione. In caso di inadempienza il materiale verrà ritirato dall'insegnante e successivamente consegnato al genitore in occasione del colloquio individuale. La scuola non si assume la responsabilità per eventuali danneggiamenti o smarrimenti. Non si autorizza all'interno della scuola l'uso del telefono cellulare; per ogni necessità, sarà possibile utilizzare i telefoni della scuola.

 

6. MERENDE: durante l'intervallo gli alunni possono consumare una merenda, preferibilmente portata da casa.

 

7. REGALI: non sono consentiti regali personali agli insegnanti.

 

8. DISTRIBUZIONE DI MATERIALE PUBBLICITARIO: materiale pubblicitario di qualsiasi iniziativa esterna e comunicazioni di Enti o Associazioni, dopo attenta valutazione e autorizzazione della Direzione, viene collocato nell'apposito espositore, situato all'ingresso della Scuola.

 

 

 

Regolamento Scuola Primaria